Torta di pesche

Eh lo so , non è ancora proprio la stagione...ma cosa devo dirvi...le ho viste queste pesche dal fruttivendolo e subito mi è tornata in mente questa torta fatta lo scorso anno, partendo di base da una ricetta spagnola trovata su un vecchio libro..profumatissima e morbida , ideale con un buon bicchiere di vino come dopo cena, magari con una pallina di gelato...e quindi eccola, in anticipo , ad annunciare l'estate che in fondo anche lei si è fatta sentire in anticipo direi , con tutto il caldo di questi giorni... La torta è piuttosto semplice e si presta anche a qualche variante che vi metto tra parentesi..il trucco è solo quello di montare bene la base di burro e uova!Ovviamente trattandosi si una torta con la frutta resterà molto molto umida e bisogna prestare un po' di attenzione alla cottura ... diciamo che i 30 minuti sono molto indicativi , lap rova stecchino è poco attendibile per via dell'umidità della frutta..io mi regolo in base al profumo! Quando invade tutta casa la torta è pronta!

Torta di pesche
(stampo da 22 cm)
125 g di burro
170 gr di zucchero (io ho usato 120 di zucchero di canna e 50 di zucchero bianco leggermente vanigliato)
3 uova medie
3 pesche gialle o bianche
60 gr di yogurt ( o un bicchierino di passito)
scorza grattuggiata di limone ( o vaniglia ..io preferisco l'aroma di vaniglia ma oggi non l'avevo!) mezza bustina di lievito per dolci (non eccedere..mezza è davvero sufficiente)
110 gr di farina ( o 80 di farina e 30 gr di farina di mandorle)
sale
Montare il burro morbido con lo zucchero per circa 10 minuti fino ad avere una crema ben spumosa.Unire uno alla volta i tuorli d'uovo , poi lo yogurt ( o il passito), la farina setacciata con il lievito e gli aromi.
Intanto sbucciare e tagliare le pesche a fettine e montare gli albumi a neve con un pizzico di sale.
Unire all'impasto di uova le pesche e poi , mescolando dall'alto verso il basso , le chiare d'uovo.
Imburrare per bene lo stampo , cospargere di pane grattugiato e versare la torta.Cuocere in forno caldo ventilato a 180 gradi per circa 30 minuti .
Sfornare il dolce e servire a piacere tiepido con una pallina di gelato e se volte cosparso di fiori di gelsomino.
(Dato però che il giorno dopo , se conservato in frigo , è ancora più buono , io per averlo tiepido lo passo 10 secondi al microonde...:D)

Con questa torta partecipo alla ricetta "i dolci più buoni del mondo " di Imma

 

 

Print Friendly and PDF
Menù Torte

Cianfresca 27/05/2009

Oltre ad essere bellissima, le pesche sono primizie ora quindi non sei proprio fuori stagione dai! Hai fatto bene a prenderle, io ancora non mi fidavo completamente!

Chiara 27/05/2009

meravigliosa questa torta!!!!mi sembra di sentirni il profumo!!
le foto sono stupende!!!

Mariù 28/05/2009

Questa è una di quelle per me irresistibili. Come le torte di mele: mi piacciono tutte.
vedrai quanto ci metterò a rifarla! Ti farò sapere presto, anche perché le pesche ho iniziato anch'io a comprarle da un po' e devo dire che qui le trovo già buone buone.
Un bacio!
m.

LeCiorelle 29/05/2009

veramente ottima! da provare! e complimenti per la delicatezza con cui hai accostato i fiori di gelsomino alla torta ..splendide foto! :-)

miciapallina 10/09/2009

Il tuo blog mi ha letteralmente rapita!
Siccome nella mia blogroll (non pubblicata) non ne ho abbastanza (mi opccorrono due giorni per spulciarli tutti... a regime) oggi sono partita per la tangente e sono andata saltellando di blog in blog...
vento di novità in cucina....
Ecco.... come posso fare adesso?
Apro una locanda?
un miniristorante?
metto un cartello con una freccia "Chi ha fame venga qui"???
TUTTE le vorrei fare....
Tutte.... e invece stochiusa nella Cripta "Così chiamo il mio "loculo" di lavoro) e sono fuori di casa dalle sette del mattino alle otto di sera....
mi rimangono solo il sabato e la domenica?
QUANDO MAI potrò farcela?......

Per il momento mi fermo qui (Sto facendo una raccolta di torte alle pesche!!) e questa te la copio!...

Ma poi riprendo la mia discesa al paradiso dei golosi!

nainasi ronronanti